STUDIO BROGLIA: LA COMUNICAZIONE DEI BENI UTILIZZATI DAI SOCI PDF Stampa E-mail
Martedì 07 Febbraio 2012 09:30

 

Martedì 7 febbraio 2012

 

 

L'art. 2 del D.L. n. 138/2011 ha introdotto norme volte a colpire i beni che le imprese danno in uso ai soci per corrispettivi inferiori al valore di mercato del diritto di godimento.
Dal periodo d'imposta 2012, il socio utilizzatore sarà tassato sulla differenza tra valore di mercato e corrispettivo e la società dovrà rendere indeducibili tutti i costi di tali beni.
La norma prevede, tra l'altro, che i contribuenti comunichino i dati dei beni in questione all'Agenzia delle Entrate per lo svolgimento dei conseguenti controlli.
Di seguito l'elenco delle modalità e dei termini di tale comunicazione:
-Soggetti interessati: le società e le imprese individuali che danno in uso a soci e familiari beni di qualunque tipo (immobili, auto, imbarcazioni,..).
-Oggetto della comunicazione: informazioni riguardanti i beni dati un uso a qualunque titolo, sia gratuitamente che verso corrispettivo. Sono esclusi solo i beni di valore inferiore ad euro 3.000,00 iva esclusa.
-Quando si effettua: la comunicazione deve essere inoltrata in via telematica entro il 31 marzo di ciascun anno con riferimento ai beni dati in uso nell'anno precedente (anche se il rapporto è cessato prima del 31 dicembre).
-A cosa serve: la comunicazione è finalizzata soprattutto a controllare eventuali utilizzi di beni a titolo gratuito. I dati acquisiti dal Fisco saranno inoltre impiegati per effettuare accertamenti da redditometro.
-Sanzioni: per l'omissione della comunicazione o per la trasmissione con dati incompleti o non veritieri, scatta una sanzione pari al 30% della differenza tra valore di mercato e corrispettivo per l'uso. Se però i soci hanno correttamente applicato le regole di tassazione, la sanzione per l'omessa comunicazione va da euro 258,00 a euro 2.065,00.
 
_______________________________________________________

BROGLIA
STUDIO ASSOCIATO
Viale dell'Industria, 233
62014 - Corridonia (MC)
   
Paolo Broglia
Dott. Commercialista e Revisore Legale
tel. +39 0733 283026
fax +39 0733 283027
cell. +39 393 1709669
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
PEC Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.studiocommercialebroglia.com