STUDIO BROGLIA: RESPONSABILITA' SOLIDALE NEGLI APPALTI PDF Stampa E-mail
Martedì 30 Ottobre 2012 12:30

 

Martedì  30 ottobre 2012

 

 

 
Le disposizioni contenute nell'art. 13ter del DL 83/2012 hanno modificato la disciplina in materia di responsabilità fiscale nell'ambito dei contratti d'appalto/subbappalto di opere e servizi.
La nuova disciplina ha creato molte perplessità e difficoltà di applicazione per gli operatori, prevedendo in capo all'appaltatore ed al committente la responsabilità solidale per il versamento all'Erario delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e del versmento dell'Iva dovuta dal subappaltatore e dall'appaltatore in relazione alle prestazioni effettuate nell'ambito del contratto.
L'esclusione dalla responsabilità è prevista solo se l'appaltatore acquisisce la documentazione attestante che i versamenti fiscali, scaduti alla data del pagamento del corrispettivo, sono stati correttamente eseguiti dal subappaltatore/appaltatore. L'attestazione può essere rilasciata anche attraverso un'asseverazione di professionisti abilitati.
In assenza di tale documentazione, l'articolo 13ter prevede che sia l'appaltatore che il committente possano sospendere il pagamento del corrispettivo dovuto al subappaltatore/appaltatore fino all'esibizione della stessa.
La circolare n. 40/E dell'Agenzia delle Entrate ha recentemente chiarito due problematiche di rilievo in merito.
La prima è che gli adempimenti in esame sono esigibili a partire dal sessantesimo giorno successivo a quello di entrata in vigore della norma (quindi per i contratti stipulati a partire dal 12 agosto 2012, la certificazione deve essere richiesta solo in relazione ai pagamenti effettuati a partire dall'11 ottobre 2012).
La seconda è che per superare il vincolo di responsabilità, oltre all'asseverazione rilasciata dal professionista abilitato, il committente/appaltatore può richiedere all'appaltatore/subappaltatore il rilascio di un'autocertificazione ai sensi dell'art. 46 DPR 445/2000, che contenga:
-il periodo nel quale l'Iva relativa alle fatture concernenti i lavori eseguiti è stata liquidata, con indicazione se dalla liquidazione è scaturito un versamento d'imposta ovvero se è stato applicato il regime dell'Iva per cassa o la disciplina del reverse charge;
-il periodo nel quale le ritenute sui redditi di lavoro dipendente sono state versate, mediante scomputo totale o parziale;
-gli estremi dell'f24 con cui sono stati effettuati i versamenti dell'Iva e delle ritenute non scomputate;
-l'affermazione che l'Iva e le ritenute versate includono quelle riguardanti il contratto di appalto/subappalto per il quale la dichiarazione è resa.
___________________________________________

 BROGLIA
STUDIO ASSOCIATO

 Viale dell'Industria, 233

62014 - Corridonia (MC)
   
Paolo Broglia
Dott. Commercialista e Revisore Legale
tel. +39 0733 283026
fax +39 0733 283027
cell. +39 393 1709669
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
PEC Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.studiocommercialebroglia.com