VEICOLI AZIENDALI, CHIARIMENTI PDF Stampa E-mail
Giovedì 30 Ottobre 2014 09:30

 

La circolare MIT n. 23743 ha fornito alcuni chiarimenti riguardanti gli obblighi, in capo ai soggetti utilizzatori "abituali" di veicoli di terzi, di comunicare alla Motorizzazione la variazione del possesso del mezzo.
Si elenca di seguito le fattispecie escluse ed interessate dall'obbligo di comunicazione.
L'obbligo di comunicazione è escluso in presenza di veicoli in disponibilità:
-a titolo di fringe benefit;
-ad uso promiscuo, in quanto viene meno il requisito dell'uso esclusivo e personale del veicolo.
La normativa è applicabile invece ai veicoli:
-concessi in comodato a soci/amministratori/collaboratori dell'azienda;
-intestati all'imprenditore individuale se utilizzati quali beni strumentali d'impresa;
-concessi in comodato a soggetti diversi dalle persone fisiche, quali aziende, enti o organizzazioni.
Per tutti i contratti rientranti nelle fattispecie per cui è previsto l'obbligo di comunicazione, ma che sono stati già stipulati alla data del 3 novembre 2014, si pone invece il problema dell'opponibilità della data in sede di verifica qualora il contratto non sia stato registrato all'ufficio delle Entrate (si ricorda che per i contratti a titolo gratuito redatti in forma scritta, aventi per oggetto beni mobili, vi è l'obbligo di registrazione solo in caso d'uso).
La mancata comunicazione alla Motorizzazione comporta una multa pari ad euro 750 e il ritiro della carta di circolazione.
___________________________________________
Paolo Broglia
Dottore Commercialista - Revisore Legale
tel. +39 0733 283026
fax +39 0733 283027
cell. +39 393 1709669
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
PEC Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.studiocommercialebroglia.com