SCHEDE SINTETICHE INCENTIVI AZIENDE PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Ottobre 2015 12:00

AUTOTRASPORTO

Incentivi a favore di investimenti nel settore autotrasporto merci.

 

BENEFICIARI

 

Imprese autotrasporto di cose per conto terzi , o aggregazioni di dette imprese , attive sul territorio italiano, in regola con i requisiti di iscrizione all’Albo Autotrasportatori e al REN

 

TIPOLOGIA DELL’INTERVENTO

 

Investimenti realizzati dalla pubblicazione del presente decreto e fino al 31/03/2016 relativi all’ acquisizione, anche mediante locazione finanziaria di :

 

a) Automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica adibiti al trasporto merci di massa complessiva a pieno carico da 3.5 a 7 tonnellate a trazione alternativa a metano CNG e gas naturale liquefatto LNG

 

b) Automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica adibiti al trasporto merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiori a 16 tonnellate a trazione alternativa a metano CNG e gas naturale liquefatto LNG

 

c) Semirimorchi , nuovi di fabbrica per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di almeno un dispositivo innovativo* volto a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica ( SOLO PER LE PMI)

 

d) Container e casse mobili , nuovi di fabbrica intesi quali unità di carico intermodale

standardizzate in modo da assicurarne la compatibilità con tutte le tipologie di mezzi di trasporto così da facilitare l’utilizzazione di differenti modalità di trasporto in combinazione tra loro , senza alcuna rottura di carico, ovvero senza che la merce venga trasbordata o manipolata dal vettore o dal caricatore .

 

*( spoiler laterali e/o appendici aerodinamiche posteriori ammesse dal Reg. UE n 1230/2012 – sospensioni a controllo elettronico con sistemi intelligenti di distribuzione del carico sugli assali – pneumatici di classe C3 con coefficiente di resistenza al rotolamento RCC inferiore a 8.0Kg/t dotati di tyre pressure monitoring system (TPMS) – telematica indipendente collegata al sistema denominato EBS (elettronic braking system ) in grado di valutare l’efficienza dell’utilizzo dei semirimorchi e lo stile di guida e di frenata del veicolo)

 

L’investimento massimo è di € 400.000,00€

 

ENTITÀ DELL’AIUTO

 

Contributo:

lett. a) € 4000,00

lett. b) - € 9000,00 per automezzi a trazione alternativa alimentati a metano CNG - € 13000,00 per automezzi a trazione alternativa alimentati a gas naturale liquefatto LNG

lett. c) - 10% del costo di acquisizione per le medie imprese con un max di € 6000,00 per ogni semirimorchio - 20% del costo di acquisizione per le piccole imprese con un max di € 6000,00 per ogni semirimorchio - per le imprese che non rientrano tra le piccole e medie imprese 40% del costo del dispositivo innovativo del semirimorchio (in caso di più dispositivi solo su quello di costo maggiore)

lett d) - 10 % del costo di acquisizione per le medie imprese - 20% del costo di acquisizione per le piccole imprese con un massimo di € 2000.00 Il contributo è maggiorato per le PMI : del 10% relativamente agli investimenti di cui alle lettere a) e b) del 15% relativamente agli investimenti di cui alle lett c) e d) se aderenti ad una rete di imprese.

 

 

SCADENZA: In attesa di emanazione del D.M.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA: € 15.000.000,00

 

 

BANDO COMMERCIO ESERCIZI COMMERCIALI – SETTORE NON ALIMENTARE

 

SOGGETTI BENEFICIARI

 

I soggetti beneficiari sono le piccole imprese, singole o associate, del commercio al dettaglio in sede fissa del settore non alimentare attive da più di tre anni nella stessa unità locale a partire dalla data di scadenza del bando. l volume di affari non deve essere superiore ad € 500.000,00 per le imprese commerciali al dettaglio settore non alimentare.

Il volume d’affari riferito è quello dell’anno 2014.

 

TIPO DI INTERVENTO

 

Sono ammessi a contributo gli interventi relativi a:

 

a. Ristrutturazione, manutenzione ordinaria e straordinaria, ampliamento dei locali adibiti o da adibire ad attività commerciali (le spese relative al deposito merci nonché gli uffici non sono ammissibili a contributo anche se il deposito/ufficio è contiguo all’unità locale);

b. arredi, attrezzature fisse, mobili, elettroniche ed informatiche (hardware e software) strettamente funzionali all’attività;

c. acquisto merci inerenti l’attività di vendita dell’esercizio commerciale settore non alimentare per un valore massimo di € 40.000,00 iva esclusa.

 

ENTITA’ DELL’AIUTO

 

Il contributo regionale concesso è pari al 15% della spesa riconosciuta ammissibile.

 

SPESE AMMISSIBILI

 

La spesa ammissibile riferita agli investimenti di cui al Punto lettere a), b), al fine dell'ottenimento del contributo, al netto di IVA, non può essere inferiore a € 5.000,00 (iva esclusa).

Le spese di cui al punto lettera c) acquisto merci inerenti l’attività di vendita dell’esercizio commerciale settore non alimentare per un valore massimo di € 40.000.00 (iva esclusa) sono accoglibili a condizione che sia effettuato anche un investimento pari o superiore a € 5.000,00 di cui al punto .lettere a), b).

La spesa totale massima ammissibile è pari ad € 50.000,00 (iva esclusa)

Tutte le spese devono essere di nuova fabbricazione.

SCADENZA: 31/10/2015

 

CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DEI BREVETTI

 

Il ministero dello Sviluppo Economico, concede contributi a fondo perduto per incentivare e tutelare la proprietà intellettuale.

 

SOGGETTI BENEFICIARI

 

Micro, PMI anche di nuova costituzione che siano:

• Titolari di uno o più brevetti già depositati a partire dal 01/01/2013

• Domanda depositata dopo il 01/01/2013

• In possesso di una opzione, accordo preliminare di acquisto, di acquisizione in licenza con soggetto anche estero che ne detiene la titolarità.

• Spin-off universitari

SPESE AMMISSIBILI

 

Spese sostenute successivamente alla presentazione della domanda agevolativa in merito a:

• Industrializzazione e ingegnerizzazione (es: progettazione, prototipazione, test di produzione, certificazioni di prodotto o processo ecc.)

• Studi ed analisi in merito all’organizzazione e sviluppo del brevetto (es: consulenze per lancio nuovi prodotti, analisi per sviluppo di nuovi mercati ecc..)

• Trasferimento tecnologico ( es. predisposizione accordi di cessione in licenza del brevetto, accordi di segretezza ecc..).

MISURA AGEVOLAZIONE

Contributo a fondo perduto dell’80% delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 140.000. Il contributo a fondo perduto è elevato al 100% delle spese ammissibili per gli spin-off universitari. il contributo è in Regime de Minimis.

 

 

 

 

 

___________________________________________
Paolo Broglia
Dottore Commercialista - Revisore Legale
tel. +39 0733 283026
fax +39 0733 283027
cell. +39 393 1709669
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
PEC Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.studiocommercialebroglia.com