REGIME CASSA PER LE "SEMPLIFICATE" PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Dicembre 2016 08:30

Cambiano dal prossimo anno le modalità di determinazione del reddito per le imprese individuali e per le società di persone non obbligate alla tenuta della contabilità ordinaria a norma dell'art. 18 Dpr 600/1973.

La legge di Bilancio 2017, infatti, ha cancellato dall'art. 66 del Tuir il riferimento al criterio di competenza, sostituito da un principio cassa semplificato. Pertanto, il reddito di queste imprese si quantificherà sottraendo dai ricavi percepiti i costi pagati ed aggiungendo i proventi da autoconsumo, quelli degli immobili non strumentali, i dividendi percepiti e le plus e minusvalenze nonchè sopravvenienze attive e passive. Non saranno rilevanti le rimanenze (salva la deduzione delle rimanenze tassate nell'ultimo anno in cui si applicava il principio competenza).

Rientrano nel nuovo regime le imprese che nell'anno precedente hanno conseguito ricavi non superiori a 400mila euro (imprese che svolgono prestazioni di servizi) o a 700mila euro (altre attività). Tale nuovo regime sarà automatico, quindi quello "naturale", a meno che l'impresa opti per la contabilità ordinaria ai sensi del comma8 dell'art. 18 Dpr 600/73. L'opzione ha durata fino alla sua revoca, e in ogni caso per almeno tre esercizi e si manifesta attraverso il comportamento concludente del contribuente, salvo poi comunicare a consuntivo la scelta effettuata tramite la denuncia Iva riferita al 2017.

 

 

___________________________________________
Paolo Broglia
Dottore Commercialista - Revisore Legale
tel. +39 0733 283026
fax +39 0733 283027
cell. +39 393 1709669
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
PEC Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.studiocommercialebroglia.com