NUOVO DECRETO SISMA PDF Stampa E-mail
Venerdì 10 Febbraio 2017 15:00

Il 9 febbraio u.s. è stato pubblicato in G.U. il Decreto Legge n. 8 finalizzato a fornire nuovi interventi in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016.

L'art. 11 del suddetto DL disciplina gli interventi in materia di adempimenti e versamenti tributari.

Elenchiamo di seguito le principali novità introdotte dal Legislatore:

1) il comma 1 estende la c.d. "busta paga pesante" ai soggetti residenti nei comuni previsti dagli allegati 1 e 2 (ved. Ns circolare del 29 dicembre 2016) della legge di conversione n. 229/2016. Il precedente termine della sospensione, previsto il 30 settembre 2017, è stato allungato al 30 novembre 2017. Il comma 12 dell'art. 48 del precedente decreto n. 189/2016 stabiliva che "la ripresa della riscossione dei tributi non versati per effetto della sospensione avviene senza applicazione di sanzioni ed interessi anche mediante rateizzazione fino ad un massimo di diciotto rate mensili di pari importo, a decorrere dal mese successivo alla data di scadenza della sospensione (30.9.2017)". Il DL 8/2017 stabilisce invece che i tributi non versati per effetto della sospensione devono essere versati entro il 16 dicembre 2017. Il termine di sospensione degli adempimenti tributari, previsto il 30 settembre 2017 dal precedente DL 189/2016, è prorogato al 30 novembre 2017;

2)il comma 2 prevede che i termini per la notifica delle cartelle di pagamento sono sospesi dal 1° gennaio 2017 al 30 novembre 2017 e riprendono a decorrere dalla fine del periodo di sospensione;

3) il comma 3 prevede che i titolari di reddito di impresa e di reddito di lavoro autonomo, nonchè gli esercenti attività agricole, per il pagamento dei tributi sospesi, possono chiedere ai soggetti autorizzati all'esercizio del credito un finanziamento assistito dalla garanzia dello Stato da erogare il 30 novembre 2017. Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, sono definiti i criteri e le modalità di operatività del presente comma;

4) il comma 4 prevede che per i tributi dovuti dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 da parte dei medesimi soggetti di cui al punto 1), il relativo versamento avviene in un'unica soluzione entro il 16 dicembre 2018. Per assolvere tale obbligo, i medesimi soggetti possono richiedere, fino ad un ammontare massimo complessivo di 180 milioni di euro, il finanziamento di cui al punto 3);

5) il comma 5 prevede che gli interessi relativi ai finanziamenti erogati, nonchè le spese strettamente necessarie alla loro gestione, sono corrisposti ai soggetti di cui al punto 1) mediante un credito d'imposta pari, per ciascuna scadenza di rimborso, all'importo relativo agli interessi e alle spese dovuti. La quota capitale è restituita a partire dal 1° gennaio 2020 e dal 1° gennaio 2021 in 5 anni.

 

___________________________________________
Paolo Broglia
Dottore Commercialista - Revisore Legale
tel. +39 0733 283026
fax +39 0733 283027
cell. +39 393 1709669
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
PEC Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.studiocommercialebroglia.com