INTRASTAT ACQUISTI: MODELLO PROROGATO PDF Stampa E-mail
Lunedì 20 Febbraio 2017 09:00

In attesa che si completi l'iter parlamentare di conversione in legge del Dl n. 244/2016 (cosiddetto Milleproroghe), che rinvia di un anno la soppressione della comunicazione, all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, degli elenchi riepilogativi concernenti gli acquisti intracomunitari di beni e le prestazioni di servizi ricevute da soggetti stabiliti in un altro Stato membro dell’UE (modelli Intra-2), l'Agenzia delle Entrate, quella delle Dogane e l'Istat hanno diramato un comunicato congiunto con le indicazioni ai contribuenti circa il comportamento da tenere in relazione al prossimo adempimento del 25 febbraio 2017.

Si ricorda che era stato il decreto Fiscale (n. 193/2016), in un'ottica di semplificazione, a disporre l'abolizione dell'obbligo, dall’agenda dei contribuenti, di presentazione dei modelli Intrastat acquisti di beni e servizi ricevuti da un soggetto stabilito in altro Stato membro. Successivamente, la Direzione centrale delle Dogane, con due rispettive note, aveva ribadito che “l'abolizione dell'obbligo di comunicazione, a questa Agenzia, degli elenchi riepilogativi” entrava in vigore a far data dal primo gennaio 2017 e che l'adempimento era soppresso a partire dalle operazioni poste in essere da gennaio 2017. Ma con il maxiemendamento al Dl Milleproroghe, approvato dal Senato il 16 febbraio 2017, la soppressione delle comunicazioni relative agli acquisti intracomunitari di beni ed alle prestazioni di servizi ricevuti da soggetti stabiliti in altro Stato membro della Ue ( modelli Intra-2) è posticipata di un anno.

Pertanto, i modelli Intrastat restano validi fino al 31 dicembre 2017 e dal 1° gennaio 2018 saranno eliminati solo i modelli Intrastat servizi, mentre vi è una previsione di semplificazioni per gli intrastat relativi a cessioni e acquisti di beni. Ne deriva che per gli enti non commerciali, per il 2017, resta l'obbligo di comunicazioni Intrastat per gli acquisti di beni intracomunitari.

 

Precisazioni Entrate, Dogane e Istat

Con il comunicato congiunto del 17 febbraio 2017, viene precisato che nelle more della definizione del quadro giuridico, l'Istat deve comunque raccogliere le informazioni relative agli acquisti intracomunitari del mese di gennaio 2017, pertanto, “l’obbligo di trasmissione delle comunicazioni in questione permane solo a carico dei soggetti passivi Iva già tenuti alla presentazione mensile dei modelli Intra-2 per gli acquisti di beni ovvero che rientrino in tale periodicità in base all’ammontare delle operazioni intracomunitarie di acquisto di beni per un valore superiore a 50mila euro nel IV trimestre 2016 ovvero a gennaio 2017”.

 

Fonte dati: eDotto

___________________________________________
Paolo Broglia
Dottore Commercialista - Revisore Legale
tel. +39 0733 283026
fax +39 0733 283027
cell. +39 393 1709669
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
PEC Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.studiocommercialebroglia.com