NOVITA' DELLA "MANOVRA CORRETTIVA" PDF Stampa E-mail
Mercoledì 03 Maggio 2017 12:00

Con la recente pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale sono entrate in vigore a decorrere dal 24.4.2017 le novità dello specifico Decreto contenente la c.d. “Manovra correttiva”.

Tra le novità fiscali si segnala:

l’estensione dall’1.7.2017 dello split payment ai lavoratori autonomi;

la riduzione del termine per l’esercizio della detrazione dell’IVA a credito (con la modifica dell’art. 19, comma 1, DPR n. 633/72 il termine per esercitare il diritto alla detrazione dell’IVA a credito è anticipato alla dichiarazione relativa all’anno in cui il diritto è sorto -in precedenza il termine era individuato nella dichiarazione relativa al secondo anno in cui il diritto è sorto- Conseguentemente viene “aggiornato” anche il termine di annotazione delle fatture d’acquisto / bollette doganali previsto dall’art. 25, DPR n. 633/72. In base alla nuova disposizione i predetti documenti devono essere annotati anteriormente alla liquidazione periodica nella quale è detratta la relativa imposta e comunque entro il termine di presentazione della dichiarazion annuale relativa all’anno di ricezione della fattura / boletta doganale e con riferimento al medesimo anno);

la riduzione a € 5.000 del limite di utilizzo del credito tributario che richiede il visto di conformità;

l’applicazione della cedolare secca del 21% alle locazioni brevi;

l’introduzione di una nuova modalità di determinazione della base ACE dal 2017;

la definizione agevolata delle liti pendenti al 31.12.2016;

la proroga della sospensione/rateizzazione dei versamenti dei comuni terremotati (è prevista un ulteriore proroga al 31.12.2017 della possibilità, da parte dei sostituiti residenti nei Comuni colpiti dal sisma, di richiedere al sostituto d’imposta -non necessariamente domiciliato in un Comune terremotato- la non effettuazione della ritenuta alla fonte come riconosciuto dall’art. 48, comma 1-bis, DL n. 189/2016 -in precedenza fino al 30.11.2017-. Inoltre, a favore dei soggetti diversi dai titolari di reddito d’impresa / lavoro autonomo / esercenti attività agricole è previsto l’ulteriore proroga al 31.12.2017 della sospensione dei versamenti tributari. Per tali soggetti la ripresa dei versamenti è rinviata al 16.2.2018, anche mediante rateizzazione fino ad un massimo di 9 rate mensili di pari importo. Relativamente agli adempimenti tributari sospesi, diversi dai versamenti, è ulteriormente differito il termine di ripresa, stabilendo che gli stessi devono essere effettuati entro il mese di febbraio2018 (in precedenza entro il mese di dicembre 2017);

l’istituzione della Zona franca urbana “Sisma Centro Italia” (nei Comuni colpiti dagli eventi sismici delle Regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo dal 24.8.2016 -allegati 1 e 2, DL n. 189/2016- è costituita una Zona franca urbana (ZFU). Le imprese che hanno sede principale / unità locale all’interno della predetta Zona e che hanno subito, a causa del sisma, la riduzione del fatturato almeno pari al 25% della media relativa ai 3 periodi d’imposta precedenti a quello in cui si è verificato l’evento, possono beneficiare, in relazione ai redditi e al valore della produzione netta derivanti dalla prosecuzione dell’attività, delle seguenti agevolazioni: • esenzione dalle imposte sui redditi per il reddito derivante dall’attività svolta dall’impresa nella Zona franca fino a concorrenza, per ciascun periodo d’imposta, dell’importo di € 100.000 del reddito prodotto nella predetta Zona;• esenzione dall’IRAP del valore della produzione netta derivante dallo svolgimento dell'attività svolta dall'impresa nella zona franca nel limite di € 300.000 per ciascun periodo d’imposta, riferito al valore della produzione netta;• esenzione dall’IMU per gli immobili siti nella Zona franca posseduti e utilizzati per l’esercizio dell’attività economica;• esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali, con esclusione dei premi INAIL, a carico dei datori di lavoro, sulle retribuzioni da lavoro dipendente). Le agevolazioni in esame spettano alle imprese che hanno sede principale / unità locale in detti Comuni e che hanno subito nel periodo 1.1 – 31.3.2017 la riduzione del fatturato almeno pari al 25% rispetto a quello del corrispondente periodo del 2016. Le suddette esenzioni spettano altresì alle imprese che avviano la propria attività all'interno della zona franca entro il 31.12.2017;

l’eliminazione dall’agevolazione “Patent box” dei redditi derivanti dall’utilizzo di marchi d’impresa;

 

___________________________________________
Paolo Broglia
Dottore Commercialista - Revisore Legale
tel. +39 0733 283026
fax +39 0733 283027
cell. +39 393 1709669
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
PEC Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.studiocommercialebroglia.com