BANDO : Sostegno alla creazione di nuove imprese Stampa
Mercoledì 10 Ottobre 2012 05:39

  

     

AVVISO PUBBLICO

Provincia di Macerata - Settore 6 - Politiche del lavoro e formazione

D.D. n. 506/VI del 02/10/2012 "DCP n. 32/2012 - Asse I e III POR FSE 2007/13 - Emanazione avviso pubblico presentazione domande per accesso all'intervento

"Sostegno alla creazione di nuove imprese finalizzate a favorire l'occupazione"

 

Scadenza

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il giorno 7/11/2012.

Per la verifica del rispetto della scadenza su indicata fa fede la data del timbro postale di spedizione.

 

ASSE I – ADATTABILITA’

OBIETTIVO SPECIFICO

Accrescere l’adattabilità dei lavoratori, delle imprese e degli imprenditori.

Promuovere l’innovazione organizzativa nei contesti lavorativi

Tipologia di progetto: Creazione di impresa

 

Imprese beneficiarie degli interventi previsti nell’Asse I:

Possono beneficiare dei contributi a valere sull’Asse I le imprese (anche individuali) aventi qualsiasi forma che si costituiscono successivamente alla pubblicazione del presente Avviso Pubblico all’Albo pretorio on-line dell’Ente, iscritte alla Camera di Commercio ed aventi la sede legale e/o operativa nel territorio provinciale. In ogni caso la sede operativa dovrà essere situata nel territorio della provincia di Macerata. Le imprese devono ricadere fra le “Microimprese” e le “Piccole e Medie Imprese”, così come definite nel Decreto del 18/04/2005 del Ministero delle Attività Produttive, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 106 del 9/5/2005 che recepisce la Raccomandazione della CE 2003/361/CE del 6/05/2003, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 124 del 20/5/2003.

 

ASSE III – INCLUSIONE SOCIALE

OBIETTIVO SPECIFICO

Potenziare l’inclusione sociale delle persone svantaggiate e

combattere le discriminazioni nel mercato del lavoro

Tipologia di progetto: Creazione di impresa

 

Imprese beneficiarie degli interventi previsti nell’Asse III

Possono beneficiare dei contributi a valere sull’Asse III le imprese che si costituiscono successivamente alla pubblicazione del presente Avviso Pubblico all’Albo pretorio on-line dell’Ente, iscritte alla Camera di Commercio ed aventi la sede legale e/o operativa nel territorio provinciale. In ogni caso la sede operativa dovrà essere situata nel territorio della provincia di Macerata. Le imprese devono ricadere fra le “Microimprese” e le “Piccole e Medie Imprese”, così come definite nel Decreto del 18/04/2005 del Ministero delle Attività Produttive, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 106 del 9/5/2005 che recepisce la Raccomandazione della CE 2003/361/CE del 6/05/2003, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 124 del 20/5/2003.

 

 

Non sono ammissibili a finanziamento:

a) le imprese che non hanno sede operativa e/o legale, o almeno operativa, nel territorio della Provincia di Macerata;

b) le imprese che non risultano nelle condizioni previste per l’accesso con riferimento ai singoli Assi di intervento;

c) le imprese operanti in settori di attività dichiarati inammissibili ai sensi del Regolamento (CE) 1998/2006;

d) le imprese che abbiano raggiunto il limite del “de minimis” ai sensi del Regolamento (CE) n.1998/2006;

e) le imprese individuali, le società e le cooperative nelle cui compagini sociali risultino persone fisiche che abbiano goduto, in qualità di soci di maggioranza di società oppure di cooperative, o con compiti di direzione di queste ultime o in qualità di titolare nel caso di ditta individuale dei seguenti benefici:

1) contributi analoghi finanziati con:

  • · le risorse della programmazione POR FSE OB.3 2000/2006
  • · le risorse della programmazione POR FSE OB.2 2007/2013
  • · le risorse del POR FESR OB 2 2007/2013 come persone fisiche o come persone giuridiche, nei 12 mesi (dodici) mesi antecedenti la domanda di ammissione a finanziamento, a valere sul presente avviso pubblico;

2) prestito d’onore regionale per il lavoro autonomo e per le microimprese previsto dalla delibera di giunta regionale n. 1115/2004.

f) le imprese che si sono costituite prima della pubblicazione del presente avviso pubblico sull’Albo Pretorio on-line dell’Ente, al fine di assicurare il massimo effetto incentivante all’intervento.

 

Entità ed intensità dei contributi

I contributi sono concessi per un importo massimo fino a 25.000,00 euro nelle percentuali di seguito indicate:

-per le spese di cui alle lettere A), e B1) del paragrafo successivo, contributo del 40% della spesa ammissibile;

-per le spese di cui alle lettere da B2) a B6) del paragrafo successivo, contributo del 100%, ad eccezione dei

vouchers formativi rivolti ai soggetti ricadenti negli assi I, che possono essere concessi fino ad un importo massimo dell’ 80% della spesa o comunque nei limiti stabiliti dalle norme vigenti.

Possono essere finanziati progetti che prevedano una spesa minima pari o superiore ai 5.000,00 euro.

Tipologia delle spese ammissibili

Il progetto di creazione di impresa viene predisposto sulla base dello schema allegato al presente avviso pubblico. Nel progetto sono elencate le spese e i relativi costi (al netto d’IVA, se detraibile, e di qualsiasi onere accessorio), per le quali si chiede il contributo.

Il progetto d’impresa può comprendere spese rientranti nel campo d’intervento del FESR a garanzia del successo dell’operazione.

I contributi riconducibili alle spese nell’ambito FESR, di cui al successivo punto A), sono consentiti fino a un massimo del 50% del contributo pubblico complessivo riconosciuto” (DGR n. 1496 del 18/10/2010 pag. 16).

A) spese riconducibili al FESR:

A1)spese per l'acquisto di macchinari, attrezzature e arredi; per l'acquisto di autoveicoli di tipo

tecnico speciali o che comunque possano essere adibiti ad uso esclusivo della attività espletata;

A2) spese relative ai canoni di leasing dei beni di cui alla precedente lettera A1);

A3) spese per l'acquisto di hardware e di software (finalizzati all’informatizzazione e allacciamento

a reti informatiche);

A4) spese per l'acquisto di brevetti o licenze d'uso;

A5) spese per impianti (ed eventuali ristrutturazioni).

 

B) spese riconducibili al FSE:

B1) spese di costituzione:

- onorario notarile;

- assicurazioni per la copertura di rischi inerenti l’utilizzo di risorse umane e strumentali impiegate nel  progetto di impresa (quali ad es. infortuni, incendio, furto, ecc.) di cui deve essere accertata in ogni caso “pertinenza ed imputabilità” al progetto di creazione di impresa;

B2) spese per la fideiussione

B3) spese relative alle consulenze tecniche (consulenza fiscale, gestionale e marketing)

B4) spese per la frequenza di attività formative collettive o individuali dei soggetti coinvolti nel progetto di creazione di impresa, anche mediante l’utilizzo di voucher, utilizzabili presso le strutture formative regionali accreditate ai sensi delle delibere n. 62/2001 e n.2164/2001 per attività previste catalogo regionale, se disponibili.

B5) spese per affitto immobili;

B6) spese promozionali connesse all’avviamento di imprese.

Il riconoscimento dell’aiuto effettivamente liquidabile per tali tipologie di spese avverrà in sede di rendiconto. In ogni caso l’importo erogato non potrà essere superiore a quello concesso.

   

 

IN COLLABORAZIONE CON      

   

                               

10-10-2012
            

 

_______________________________________________________

BROGLIA
STUDIO ASSOCIATO
Consulenza Fiscale, Legale, del Lavoro, Finanziaria e Aziendale
Viale dell'Industria, 233
62014 - Corridonia (MC)
   
Silvio Broglia
Consulente del Lavoro
Delegato Fondazione Consulenti per il Lavoro n. MC01940FL
Consulente Tecnico d'Ufficio - Tribunale di Macerata (n. 27)
tel. +39 0733 283026
fax +39 0733 283027
cell. +39 347 5942260
e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
PEC Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.studiocommercialebroglia.com