VOUCHER ALLE MAMME LAVORATRICI PDF Stampa E-mail
Martedì 02 Aprile 2013 05:39

 

L’INPS, con la Circolare n. 48 del 28 marzo 2013, illustra le modalità di richiesta dei benefici e dei voucher previsti, a favore delle mamme lavoratrici, dall’articolo 4, comma 24,lettera b) della Legge n. 92 del 28 giugno 2012.

 

La madre lavoratrice può richiedere dal termine del congedo di maternità e per gli 11 mesi successivi, in alternativa all’utilizzo del periodo di congedo parentale (ex astensione facoltativa), un contributo da utilizzare per il servizio di baby sitting o sostenere gli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati.

Il contributo in esame può essere richiesto anche dalla madre lavoratrice che ha già usufruito, in parte, del congedo parentale.

 

Importo e corresponsione del beneficio

Il contributo in esame consiste in un importo di 300 euro mensili, per un massimo di 6 mesi; verrà erogato :

-       per il servizio di baby sitting, attraverso il sistema dei buoni lavoro (voucher);

-       in caso di utilizzo della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati, tramite un pagamento diretto, da parte dell’INPS, alla struttura prescelta, previa esibizione da parte di quest’ultima della documentazione attestante l’effettiva fruizione del servizio.

 

Le lavoratrici part-time possono usufruire dei suddetti benefici in misura proporzionale all’entità della prestazione lavorativa svolta.

Le lavoratrici iscritte alla Gestione Separata INPS possono fruire dei benefici in esame fino a un massimo di 3 mesi.

 

Riduzione del congedo parentale

Per ogni quota mensile richiesta dalla lavoratrice madre viene ridotto di un mese il periodo di congedo parentale.

 

Modalità di richiesta

Per usufruire del suddetto contributo (voucher o pagamento diretto) la madre lavoratrice deve presentare apposita domanda, in via telematica, all’INPS, indicando, al momento della domanda stessa,

  • a quale delle due opzioni (voucher o pagamento diretto) intende accedere,
  • di quante mensilità intende beneficiare, con conseguente riduzione di altrettante mensilità di congedo parentale.

Le modalità operative di inoltro della domanda, nonché i relativi termini di invio, saranno definiti a breve dall’INPS.

Potranno inviare la richiesta sia le lavoratrici i cui figli sono già nati, sia quelle che partoriranno (in base alla data presunta), entro 4 mesi dalla scadenza dei termini di invio delle istanze.

 

Graduatoria

Il beneficio in esame è riconosciuto, nei limiti delle risorse disponibili, per ciascuno degli anni 2013, 2014 e 2015, sulla base di una graduatoria nazionale che terrà conto dell’ISEE, con ordine di priorità per i nuclei familiari con ISEE di valore inferiore e, a parità di ISEE, secondo l’ordine di presentazione.

Le graduatorie saranno pubblicate dall’INPS entro 15 giorni dalla scadenza del bando.

Entro i successivi 15 giorni le lavoratrici utilmente collocate in graduatoria, le quali abbiano optato per il contributo al servizio di baby sitting, potranno recarsi presso le sedi INPS per ricevere i voucher richiesti.

 

 

02-04-2013

_______________________________________________________

BROGLIA
STUDIO COMMERCIALE LEGALE
TRIBUTARIO E DEL LAVORO
Viale dell'Industria, 233
62014 - Corridonia (MC)
Silvio Broglia
Consulente del Lavoro
Delegato Fondazione Consulenti per il Lavoro n. MC01940FL
Consulente Tecnico d'Ufficio - Tribunale di Macerata (n. 27)
tel. +39 0733 283026
fax +39 0733 283027
cell. +39 347 5942260
e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
PEC Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.studiocommercialebroglia.com