LA CONVERSIONE IN LEGGE DELLA MANOVRA CORRETTIVA PDF Stampa E-mail
Venerdì 30 Giugno 2017 10:00

 

Fonte: Legge n. 96 del 21 giugno 2017

 

LA CONVERSIONE IN LEGGE DELLA MANOVRA CORRETTIVA

 

Dal 23 giugno 2017 è in vigore la Legge n. 96 del 21 giugno 2017 di conversione della manovra correttiva, contenente una serie di misure in materia di lavoro, previdenza e interventi a supporto delle aree terremotate.

Compensazione dei crediti in F24 e visto di conformità: viene confermata la riduzione a 5.000 euro del limite oltre il quale, per poter compensare i suddetti crediti nel Mod. F24, è obbligatoria l’apposizione sulla dichiarazione del visto di conformità. L’utilizzo in compensazione nel Mod. F24 va effettuata mediante i predetti servizi telematici dell’Agenzia e tale obbligo è stato esteso anche al credito IRES/IRPEF/addizionali, ritenute alla fonte, imposte sostitutive, IRAP, ai crediti d’imposta da indicare nel quadro RU della dichiarazione dei redditi.

Opzione impatriati: per i soggetti rientranti in Italia è prevista la possibilità di optare per l’agevolazione fiscale dei lavoratori impatriati (art 16, comma 4 D.Lgs. 147/2015), cioè per tali soggetti i redditi di lavoro dipendente sono imponibili ai fini IRPEF nella misura del 70% per l’anno 2016 e del 50% per l’anno 2017 e l’esercizio dell’opzione ha effetto dal 1.01.2016 per quattro periodi d’imposta successivi. Il beneficio resta se vi è residenza in Italia del soggetto per almeno 2 anni, decorrenti dalla data di prima fruizione del beneficio.

Misure a favore delle zone terremotate (finalizzate a promuovere e supportare l’attività di ricostruzione a seguito degli eventi sismici del 2016 e 2017 nei territori di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria): vengono confermate l’istituzione di un apposito Fondo per il finanziamento di interventi di ricostruzione e l’ulteriore proroga della sospensione e rateizzazione dei tributi al 31.12.2017. In particolare la proroga della possibilità di richiedere al sostituto d’imposta la non effettuazione della ritenuta alla fonte; a favore dei soggetti diversi dai titolari di reddito d’impresa/lavoro autonomo/esercenti attività agricole della sospensione dei versamenti tributari (rinviata al 16.02.2017); relativamente agli adempimenti tributari sospesi, diversi dai versamenti, l’ulteriore differimento del termine di ripresa al mese di febbraio 2018. Nei comuni colpiti dal terremoto viene confermata la costituzione di una Zona Franca Urbana per cui le imprese che hanno la sede principale o unità locale all’interno della ZFU e hanno subito una riduzione del fatturato almeno pari al 25% tra 1.09.2016 e 31.12.2016 possono beneficiare, in relazione ai redditi e al valore della produzione netta derivanti dalla prosecuzione dell’attività, le seguenti agevolazioni: esenzione dalle imposte sui redditi  (fino a 100.000euro del reddito prodotto), esenzione dall’IRAP (limite di 300.000 euro per ciascun periodo d’imposta), esenzione dalle imposte municipali proprie, esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali con esclusione dei premi INAIL. In particolar modo con riferimento al periodo d’imposta 2016 i contribuenti titolari dei redditi di lavoro dipendente e assimilati, anche in presenza di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare il conguaglio, possono adempiere agli obblighi di dichiarazione dei redditi presentando un Mod. 730/2017 senza sostituto d’imposta.

Durc: in caso di adesione alla procedura di rottamazione dei ruoli si precisa per la definizione agevolata di debiti contributivi (rottamazione delle cartelle esattoriali) sarà possibile ottenere il DURC dal momento in cui viene presentata la dichiarazione di adesione alla rottamazione delle cartelle attraverso il modulo “DA1”.

Prestazioni occasionali (sostitutive del lavoro accessorio): riferimento a tutte quelle attività lavorative che non danno luogo a compensi superiori a 5.000 euro per anno civile in capo al lavoratore, nonché per il committente non possono derivare compensi superiori a 2.500 per anno civile. Le nuove prestazioni occasionali sono utilizzabili dai committenti privati o dagli altri utilizzatori, comprese le pubbliche amministrazioni. Le persone fisiche possono ricorrere a questo strumento per attività quali piccoli lavori domestici, assistenza domiciliare ai bambini e alle persone anziane, ammalate o con disabilità, l’insegnamento privato supplementare. L’attivazione delle prestazioni occasionali è subordinata alla predisposizione di una idonea piattaforma informatica da parte dell’INPS (entro il 30 giugno si attende la circolare sulle nuove istruzioni ed entro il 10 luglio sarà varata la piattaforma), grazie alla quale gli utilizzatori potranno “acquistare” e rendere attive le prestazioni.

Premi di produttività: si dispone in merito alle aziende che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro, la riduzione di venti punti percentuali dell’aliquota contributiva IVS a carico del datore di lavoro su una quota di premio detassabile non superiore a 800 euro e sulla medesima quota non è dovuta alcuna contribuzione a carico del lavoratore. Questa misura agevolativa vale unicamente per i contratti sottoscritti dal 24 aprile 2017.

Cig in deroga: analogamente a tutte le tipologie di trattamento di cassa integrazione, anche per i trattamenti di integrazione salariale in deroga, l’applicazione del termine decadenziale di 6 mesi per il conguaglio o la richiesta di rimborso delle integrazioni salariale corrisposte (i 6 mesi decorrono dalla fine del periodo di paga in corso alla scadenza del periodo di integrazione salariale autorizzata o dalla data del provvedimento di autorizzazione se successivo).

Start up: viene confermato il cambio di terminologia per cui “start up innovativa” e “start up innovative” sono sostituite con “PMI”, inoltre le specifiche disposizioni in materia di rapporto di lavoro subordinato trovano applicazione per il periodo di 5 anni dalla loro costituzione. Nell’ipotesi di perdita di uno dei requisiti richiesti prima della scadenza dei 5 anni dalla costituzione e in ogni caso di raggiungimento del termine, si determina la cessazione dell’applicazione della specifica disciplina.

__________________________

BROGLIA STUDIO ASSOCIATO

Consulenza Fiscale, Legale, del Lavoro, Finanziaria e Aziendale

SILVIO BROGLIA

CONSULENTE DEL LAVORO

Consulente Tecnico D'Ufficio - TRIBUNALE DI MC

Viale dell'Industria, 233

62014, Corridonia (MC)

Tel/Fax + 39 0733 283026 - 0733 283027

E-Mail : Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

SKYPE : silvio.broglia