DAL 12 OTTOBRE SCATTA L'OBBLIGO DI COMUNICAZIONE ALL'INAIL DEGLI INFORTUNI CON PROGNOSI FINO A TRE GIORNI

DAL 12 OTTOBRE SCATTA L'OBBLIGO DI COMUNICAZIONE ALL'INAIL DEGLI INFORTUNI CON PROGNOSI FINO A TRE GIORNI

 

Dal 12 ottobre per i datori di lavoro è scattato l’obbligo di comunicare all’INAIL, in via telematica ed entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico, gli infortuni con prognosi fino a tre giorni:

- Invio della comunicazione ai fini statistici e informativi dei dati e delle informazioni relativi agli infortuni sul lavoro che comportino l’assenza di almeno un giorno escluso quello dell’evento. Per tali infortuni l’indennizzo rimane interamente a carico del datore di lavoro (periodo di carenza). L’INAIL con la Circolare n. 42 del 12 ottobre 2017 fornisce ai datori di lavoro le istruzioni operative all’assolvimento del nuovo obbligo di comunicazione, entro le 48 ore da quando si ha conoscenza dei dati identificativi del certificato medico d’infortunio, mediante il nuovo servizio telematico “Comunicazione di infortunio” disponibile sul portale dell’INAIL all’interno della macrosezione “Denuncia di infortunio e malattia professionale”.

Qualora, per eccezionali e comprovati problemi tecnici, non fosse possibile l’invio online, le medesime comunicazioni dovranno essere inviate tramite PEC, usando il modello scaricabile, alla Sede Locale INAIL, allegando copia della schermata di errore ostativo all’invio.

 

Resta confermato l’obbligo di denuncia ai fini assicurativi, entro due giorni dalla ricezione del certificato medico, degli infortuni sul lavoro che comportino un’assenza dal lavoro superiore a tre giorni mediante il servizio telematico INAIL “Denuncia di infortunio”.

Nel caso in cui la prognosi oggetto di “Comunicazione di infortunio” si prolunghi oltre i tre giorni, i datori di lavoro o i loro intermediari hanno l’obbligo di inoltrare, ai fini assicurativi, la “Denuncia/comunicazione d’infortunio”, mediante la funzione “Converti in denuncia” integrandola delle necessarie informazioni.

 

Nell’ipotesi di mancato rispetto dei termini con riferimento agli infortuni superiori ad un giorno: sanzione amministrativa pecuniaria da 548,00 a 1.972,80 euro; mentre per gli infortuni superiori ai tre giorni: sanzione amministrativa pecuniaria da 1.096,00 a 4.932,00 euro. Quest’ultima, per evitare duplicazioni di sanzioni esclude l’applicazione delle sanzioni conseguenti la violazione dell’obbligo di invio della denuncia di infortunio (sanzione da 1.290 a euro 7.745).

_________________________

BROGLIA STUDIO ASSOCIATO

Consulenza Fiscale, Legale, del Lavoro, Finanziaria e Aziendale

SILVIO BROGLIA

CONSULENTE DEL LAVORO

Consulente Tecnico D'Ufficio - TRIBUNALE DI MC

Viale dell'Industria, 233

62014, Corridonia (MC)

Tel/Fax + 39 0733 283026 - 0733 283027

E-Mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SKYPE : silvio.broglia