Prorogata la fatturazione elettronica dei carburanti

La fatturazione elettronica per i distributori di carburanti è stata prorogata al 1° gennaio 2019, con la possibilità di continuare ad applicare la scheda carburante ma con pagamenti tracciati.

Con un comunicato stampa del 27 giugno 2018, il Consiglio dei ministri annuncia che, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia e delle finanze e di quello sullo Sviluppo economico, è stato approvato un Decreto legge che introduce disposizioni urgenti relativamente agli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante.

In particolare, il provvedimento rinvia al 1° gennaio 2019 l’entrata in vigore dell’obbligo, previsto dalla Legge di bilancio 2018 (legge n. 205/2017), della fatturazione elettronica per la vendita di carburante a soggetti titolari di partita IVA presso gli impianti stradali di distribuzione, in modo da uniformarlo a quanto previsto dalla normativa generale sulla fatturazione elettronica tra privati.

La fatturazione elettronica per i distributori di carburanti è stata prorogata al 1° gennaio 2019, con la possibilità di continuare ad applicare la scheda carburante ma con pagamenti tracciati.

Con un comunicato stampa del 27 giugno 2018, il Consiglio dei ministri annuncia che, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia e delle finanze e di quello sullo Sviluppo economico, è stato approvato un Decreto legge che introduce disposizioni urgenti relativamente agli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante.

In particolare, il provvedimento rinvia al 1° gennaio 2019 l’entrata in vigore dell’obbligo, previsto dalla Legge di bilancio 2018 (legge n. 205/2017), della fatturazione elettronica per la vendita di carburante a soggetti titolari di partita IVA presso gli impianti stradali di distribuzione, in modo da uniformarlo a quanto previsto dalla normativa generale sulla fatturazione elettronica tra privati.

La fatturazione elettronica per i distributori di carburanti è stata prorogata al 1° gennaio 2019, con la possibilità di continuare ad applicare la scheda carburante ma con pagamenti tracciati.

Con un comunicato stampa del 27 giugno 2018, il Consiglio dei ministri annuncia che, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia e delle finanze e di quello sullo Sviluppo economico, è stato approvato un Decreto legge che introduce disposizioni urgenti relativamente agli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante.

In particolare, il provvedimento rinvia al 1° gennaio 2019 l’entrata in vigore dell’obbligo, previsto dalla Legge di bilancio 2018 (legge n. 205/2017), della fatturazione elettronica per la vendita di carburante a soggetti titolari di partita IVA presso gli impianti stradali di distribuzione, in modo da uniformarlo a quanto previsto dalla normativa generale sulla fatturazione elettronica tra privati.